Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.
Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori informazioni.

Realizzazione di una brochure turistica

 

CLASSE:

seconda

TEMPI:

5 settimane, 3 ore a settimana

DISCIPLINE:

storia

geografia

religione

arte e immagine

tecnologia

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE:

l'alunno riconosce le tracce presenti sul territorio e comprende l'importanza del patrimonio artistico culturale

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

cogliere le trasformazioni avvenute nel proprio territorio, attraverso la ricerca di fonti - orientarsi nello spazio utilizzando gli indicatori spaziali - osservare ed analizzare uno spazio distinguendo elementi fisici ed antropici - pianificare la creazione di un oggetto e seguire le istruzioni d'uso per realizzarlo - approfondire la conoscenza del PC

ATTIVITÁ:

Nella parte introduttiva, dedicata all’orientamento, agli studenti è stato presentato il percorso didattico e gli obiettivi intermedi e finali così da fornire un tipo di scaffold (impalcatura) preliminare. Inoltre, l’allievo viene coinvolto attivamente nel processo grazie alla creazione delle aspettative: gli studenti formulano le prime ipotesi sul contenuto che si andrà a trattare andando a

creare delle teorie ingenue e a raccogliere tutte le informazioni e suggestioni in loro possesso.

 

Nella prima fase, volta ad elicitare le conoscenze pregresse, l'insegnante ha raccolto le informazioni emerse dal brainstorming a seguito delle domande: "Chi sa dirmi dove viviamo: in quale regione, città, quartiere, borgo?" e le ha scritte alla lavagna formando una semplice mappa concettuale, funzionale nella misura in cui permette di avere una prima organizzazione delle

conoscenze emerse.

Alla LIM abbiamo visualizzato il quartiere grazie agli applicativi Google Maps e Google Earth.

 

La seconda fase centrata sull'ampliamento e sull'approfondimento delle conoscenze è stata basata sullo stile dialogato, utile per sollecitare – attraverso la discussione - le conoscenze e favorire la riflessione sulle stesse.

Attraverso delle domande-guida si è proceduto alla scoperta della storia del quartiere, dei mestieri dell'Arno, della radice storica di alcune vie (Via del Saletto, Via dell'Argingrosso, Via delle Isole), la storia della Chiesa di Santa Maria a Cintoia, i lavatoi di Via Canova.

L'argomento veniva approfondito grazie al racconto degli insegnanti, alla visione di filmati e foto d'epoca, all'ascolto di interviste, alla sperimentazione tramite plastici realizzati con materiali di riciclo.

Durante ciascuna fase, i bambini e le bambine aggiornavano il percorso sulla mappa, mentre un/a compagno/a la tracciava alla LIM.

 

Nella fase finale i bambini sono stati invitati a fare da guida turistica alla propria famiglia.

 

 

Mappa di Cintoia e storia del borgo di Cintoia

Mappa aperta: tracciato del percorso turistico

 

Gli antichi mestieri dell'Arno: i navicellai e i renaioli

Gli antichi mestieri dell'Arno: i traghettatori e i barrocciai

 

L'emancipazione femminile: le trecciaiole

Tappa 1: Via del Saletto

Tappa 2: i lavatoi di Via Canova

Tappa 3: Via dell'Argingrosso

 

Tappa 4: Via delle Isole

Tappa 5: la Chiesa di Santa Maria a Cintoia