Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.
Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori informazioni.

 

Trasmettere ai bambini l’amore per la lettura non è per niente scontato, non basta fornire un’ampia scelta o assegnargli un libro da leggere, nella speranza che si compia il miracolo.

Il libro è un oggetto meraviglioso, al suo interno ci sono universi interi da esplorare, luoghi fantastici, personaggi, avventure, il bene e il male, sorrisi e risate, tensioni, paure, perfino lacrime qualche volta. Ogni libro ha qualcosa da regalare. Ma esso nasce come oggetto e chiuso se ne sta lì, fermo, silenzioso, come uno scrigno che nasconde il suo tesoro.
Chi ha la chiave per aprirlo e donare quello e altri infiniti tesori? Noi, è inutile girarci intorno. Siamo noi adulti: genitori, insegnanti (ma anche fratelli e sorelle maggiori, nonni, zii, amici…) abbiamo un ruolo fondamentale perché i più piccoli imparino che leggere può essere davvero un’esperienza meravigliosa, che arricchisce, svaga e apre la mente; è grazie alla nostra presenza, al tempo che trascorriamo con loro, alle emozioni che gli trasmettiamo leggendo insieme a loro e per loro, che quest’oggetto si schiude e rivela il suo prezioso tesoro.
Una volta in possesso della chiave, niente e nessuno potrà modificare questo nuovo superpotere, sarà come averlo inserito nel dna del bimbo, e lo trasformerà in “superlettore”!

Dice il saggio: Non si è mai né troppo piccoli né troppo grandi per ascoltare una storia!


Create momenti speciali dedicati alla lettura, ritagliate tempi ma cercate anche spazi.  Finché son piccoli siamo noi stessi il luogo di lettura privilegiato, sulle ginocchia, tra le nostre braccia, seduti o sdraiati, in casa o all'aperto. Dopo, possiamo creare una tendina con qualche sedia e una coperta, cuscini, torcia elettrica. La lettura lì dentro sarà magica. Quel libro lo adoreranno, qualsiasi libro abbiate scelto. Occorre dare enfasi alla lettura, fare le voci, dare intonazione teatrale. Allora quel personaggio prenderà vita nella vostra voce e nella sua mente. Occorre, in parole povere, trasmettere passione.

Come insegnante nonché superlettrice accanita, oltre alle tante occasioni speciali di lettura ad alta voce, che resta un momento prezioso per me e per i miei alunni, ho sperimentato nuove strade, unendo aspetti, contemporanei e tecnologici, per i lettori 2.0 di oggi. Nell'ambito di un bel corso di aggiornamento sugli strumenti tecnologici che abbiamo a disposizione in classe, ho progettato il lavoro finale sul Booktrailer. 

Una breve presentazione, creata al corso, per introdurre il lavoro da svolgere. 

https://biteable.com/watch/booktraiker-1387205/

La realizzazione di un booktrailer comporta significativi vantaggi per gli studenti, in quanto è di breve durata e prevede la trasformazione di un libro in un altro tipo di testo. Per poterlo produrre si presuppone che gli studenti abbiano chiari alcuni importanti elementi della storia raccontata, che siano in grado, materialmente, di costruirlo e sappiano esprimersi sia a parole che attraverso altre forme di comunicazione: immagini, suoni, musica, e così via.

Da qui la voglia di mettere alla prova i giovani lettori, in un percorso di "pubblicizzazione del testi da loro letti",  assegnati durante l'estate, dandogli la possibilità di convincere altri a leggere quel libro, veicolando un messaggio in cui il libro appaia, un viaggio, un’avventura, un tesoro interessante da scoprire come già detto.

In allegato trovate:

- una bibliografia di testi per i grandi che vogliono scoprire qualcosa di più sulla lettura ad alta voce e su come trasmettere l'amore per la lettura (meravigliosi tutti i testi di Rita Valentino Merletti)

- La bibliografia dei libri assegnati per l'estate (classe seconda di scuola primaria) sui quali abbiamo lavorato al rientro

- la scheda del progetto sul Booktrailer presentata al corso di formazione.

Qui di seguito invece i link che rimandano ai Booktrailer dei libri fatti con i bambini. Per ogni booktrailer abbiamo eseguito tecniche diverse: teatrino delle ombre, illustrazione, ricerca di immagini musica e sintesi del testo, costruzione di scenografia e recitazione. 

 

Minipin (R. Dahl)

https://www.youtube.com/watch?v=y2OPzi87gyg&feature=em-upload_owner

https://www.youtube.com/watch?v=A_m0gmiP4IA&feature=em-upload_owner

 

Il gufo che aveva paura del buio

https://www.youtube.com/watch?v=ywoAcgiTmkI&feature=em-upload_owner

https://www.youtube.com/watch?v=D6sD0eBvAi8&feature=em-upload_owner

 

La storia della chiocciolina (Sepulveda)

https://biteable.com/watch/chioccilina-1573660

 

La banda delle 3m e il segreto delle tabelline

https://biteable.com/watch/intro-1-1573657

 

Visto il successo riscosso dall'iniziativa e l'entusiasmo messo in campo, ho pensato di riutilizzare il Booktrailer come "premio della critica". La biblioteca scolastica di quest'anno si è svolta con la lettura dei libri a casa e l'assegnazione di un punteggio (in stelline) su di un cartellone. Potevamo così controllare i libri più premiati dalla critica, i bambini facevano spontaneamente il passaparola, sapendo che per il libro vincitore sarebbe stato realizzato un booktrailer. I due finalisti  sono stati "L' anello magico e la fabbrica degli scherzi" di Terry Deary e "Inkiostrik, il mostro dei pirati" di Ursel Scheffler. Attendete con ansia il prossimo Booktrailer del vincitore e ... Buona lettura a tutti !!

Allegati:
Scarica questo file (Bibliografia_NpL_Piacere-di-leggere.pdf)Bibliografia libri[Il piacere della lettura ad alta voce ]713 kB
Scarica questo file (ESTATE da LETTORI 2017.pdf)libri per l\'estate progetto Booktrailer[Bibliografia estiva alunni]339 kB
Scarica questo file (Formazione Ambito 004_1a.pdf)Progetto Booktrailer[Project work ambito 004]338 kB